Armin Häberle, M.A.

Dottorando

haeberle(at)biblhertz.it+39 0669 993-312

Armin Häberle ha studiato pittura e grafica all'Accademia Statale delle Belle Arti di Karlsruhe ed alla Faculdade de Belas Artes dell'Università di Lisbona, con il Prof. Ernst Caramelle e il Prof. Horst Antes, del quale è stato poi allievo per un anno (Meisterschüler). Ha quindi svolto attività artistica indipendente a Berlino. Oltre a diverse menzioni ha ricevuto nel 2005 una borsa di studio post lauream dello stato di Baden-Württemberg per un soggiorno a Roma. Nel 2016 ha concluso gli studi di storia dell'arte alla Freie Universität di Berlino, con una tesi sul ruolo del disegno nel processo creativo di Nicolas Poussin. Dal 2015 collabora con informatici della Friedrich-August-Universität di Erlangen-Norimberga allo sviluppo di metodi di analisi diagnostiche (multispettrografia e radiografia fase-contrasto) da applicare allo studio dei disegni. I suoi interessi di ricerca sono volti fondamentalmente al disegno e alla pittura, ma si occupa anche di arti decorative e di allestimenti effimeri in Italia e in Francia tra Sei- e Settecento. Ricoprono un particolare rilievo nei suoi studi il processo creativo, il metodo di lavoro artistico e la collaborazione tra artisti. Alla Bibliotheca Hertziana lavora ad un progetto di dottorato sul disegno come tecnica artistica chiave nell'opera di Nicolas Poussin, Stefano della Bella, Pier Francesco Mola e Pietro da Cortona, sotto la guida della Prof. Ulrike Müller-Hofstede (FU Berlin).

 

Interessi di ricerca
– Disegni
– Pittura, arti decorative e forme artistiche effimere in Italia, Francia e Germania meridionale tra sei- e settecento
– Nicolas Poussin e il suo circolo
– Sviluppo degli immagine; invenzione artistica; processi e metodi di lavoro
– Collaborazioni e scambi tra artisti
– Metodi di analisi diagnostiche d'opere d'arte e metodi grafici alla base delle radiazione e delle onde luminose

 

Progetto di ricerca
Modi der Bildfindung im 17. Jahrhundert: Die Zeichnung als künstlerische Schlüsseltechnik bei Nicolas Poussin, Stefano della Bella, Pier Francesco Mola und Pietro da Cortona 

 

 

 

 

indietro