Daniele Di Cola, Ph.D.

dicola(at)biblhertz.it+39 0669 993-208

Curriculum vitae

Daniele Di Cola ha studiato storia dell’arte alla “Sapienza”, Università di Roma. Nel 2014 si è laureato presentando una tesi sulla chiesa romana di Santa Barbara dei Librai. Nel 2018, presso la stessa università, ha concluso il suo Dottorato sulla biografia intellettuale dello storico dell’arte americano Leo Steinberg (1920-2011) e i fondamenti critici del suo lavoro. Da marzo ad agosto 2018 è stato “ricercatore invitato” al Centre André Chastel di Parigi dove ha condotto una ricerca sullo storico dell’arte Gustave Soulier (1872-1937) e il suo libro Les Influences orientales dans la peinture toscane (1924). Su Soulier e i suoi studi sull’arte italiana sta attualmente completando una monografia. I suoi campi d’interesse includono: la storia della critica d’arte tra Ottocento e Novecento e gli storici dell’arte che hanno studiato simultaneamente l’arte del passato e quella del Novecento (come Soulier e Steinberg). La sua ricerca post-dottorale alla Biblioteca Hertziana verte sulla raffigurazione dei tappeti islamici nell’arte italiana, dal Trecento agli inizi del Cinquecento, considerando soprattutto la mutazione della loro rappresentazione spaziale: dalla loro funzione all’interno della narrazione, a elementi “iconici” che enfatizzano la superficie dipinta.

Research interests

  • Pittura rinascimentale
  • Tappeti orientali
  • Medialità
  • Ornamento
  • Textile studies

Pubblicazzioni

Il rifacimento della chiesa di Santa Barbara dei Librai di Roma (1679–1688): il committente Zenobio Masotti e l’attività artistica di Agostino Martinelli, Giuseppe Passari, Luigi Garzi e Domenico Guidi. 2015, in Bollettino d’arte, 7, 24 (2014), pp. 125–142.

Le ragioni dello stile: la critica di Pasquarosa Marcelli Bertoletti e Margherita Osswald-Toppi, modelle e pittrici anticolane, in Le muse di Anticoli Corrado, a cura di Manuel Carrera, Roma 2017, pp. 8–17.

indietro