Festakt für Christoph Luitpold Frommel anlässlich seines 85. Geburtstages

  • Date: Sep 25, 2018
  • Time: 19:00
  • Location: Villino Stroganoff, Via Gregoriana 22, 00187 Rom
  • Host: Bibliotheca Hertziana - Max-Planck-Institut für Kunstgeschichte
  • Contact: paulinyi@biblhertz.it
Martedì 25 settembre 2018 alle ore 17:00 presso Palazzo Carpegna, sede dell'Accademia Nazionale di San Luca, si terrà la cerimonia celebrativa degli 85 anni di Christoph Luitpold Frommel. Roma moderna instaurata: Christoph Luitpold Frommel e la storia dell'architettura rinascimentale. A seguire brevi allocuzioni di Bernard Aikema, Enzo Bentivoglio, Claudio Castelletti, Arnold Esch, Antonio Forcellino, Elisabeth Kieven, Golo Maurer, Pier Nicola Pagliara, Elisabetta Pastore, Georg Schelbert, Wolf Tegethoff e Vitale Zanchettin.


Programma
Saluti istituzionali
FRANCESCO MOSCHINI Accademia Nazionale di San Luca
TRISTAN WEDDIGEN Bibliotheca Hertziana

Seguirà la conferenza di HOWARD BURNS
Roma moderna instaurata: Christoph Luitpold Frommel e la storia dell'architettura rinascimentale

A seguire brevi allocuzioni di Bernard Aikema, Enzo Bentivoglio, Claudio Castelletti, Arnold Esch, Antonio Forcellino, Elisabeth Kieven, Golo Maurer, Pier Nicola Pagliara, Elisabetta Pastore, Georg Schelbert, Wolf Tegethoff, Vitale Zanchettin.

Christoph Luitpold Frommel è una delle voci più autorevoli e significative nella storia dell'arte e dell'architettura in Italia del secondo dopoguerra. Fin dalle sue precoci ricerche e pubblicazioni i suoi interessi sono focalizzati sul Quattro e Cinquecento a Roma, cui ha dedicato lavori che hanno riformato radicalmente la percezione comune e segnato nuove strade negli studi specialistici nella storia dell'arte e dell'architettura. Attraverso pionieristiche ricerche d'archivio, accompagnate da penetranti riflessioni critiche dedicate sempre a fenomeni di primo piano, i suoi lavori hanno messo in evidenza il significato del progetto, del contesto culturale e della committenza nella Roma papale di un'epoca in cui videro la luce opere che hanno condizionato per secoli la storia delle arti visive. Le sue letture dei fenomeni artistici e architettonici, caratterizzate sempre da analisi a largo raggio, hanno messo in luce l'importanza di aspetti toccati solo per tangenza dalle ricerche sul Rinascimento, quali la progettazione a scala urbana, il ruolo della committenza e delle funzioni mettendo in evidenza il carattere dinamico del progetto architettonico inteso sempre come flusso di idee in continuo divenire. Il suo pionieristico studio sui Palazzi Romani dell'Alto Rinascimento ha inaugurato un campo di ricerca aprendo la strada a innumerevoli studi monografici nei decenni successivi. Nell'arco di sei decenni ha promosso e coordinato ricerche collettive, che hanno permesso di mettere a fuoco e riconsiderare artisti e architetti che hanno segnato i passi fondamentali della storia dell'arte quali Bramante, Raffaello, Peruzzi, Antonio da Sangallo il Giovane, Giulio Romano Michelangelo e Borromini. Durante il lungo periodo (1980-2001) in cui e stato direttore della Bibliotheca Hertziana, Max-Planck- Institut für Kunstgeschichte a Roma, l'Istituto si è affermato al massimo livello internazionale. L'evento é stato organizzato dall'Accademia Nazionale di San Luca in collaborazione con la Bibliotheca Hertziana - Istituto Max Planck per la storia dell'arte.

Go to Editor View