Storia e sfide di una collezione d'arte nella megalopoli sudamericana: il Museu de Arte de São Paulo (MASP)

Presentazione

  • Date: Feb 8, 2018
  • Time: 12:00
  • Speaker: Luciano Migliaccio
  • Location: Villino Stroganoff, Via Gregoriana 22, 00187 Rom
  • Host: Bibliotheca Hertziana - Max-Planck-Institut für Kunstgeschichte
  • Contact: paulinyi@biblhertz.it
Storia e sfide di una collezione d'arte nella megalopoli sudamericana: il Museu de Arte de São Paulo (MASP)
Quali sono le sfide e le direttive di crescita della principale collezione d'arte europea in una città come San Paolo del Brasile, la più estesa megalopoli del Sudamerica? Luciano Migliaccio, professore presso l'Universidade de São Paulo e curatore associato del Museu de Arte de São Paulo (MASP), presenterà la storia del museo e il recente riallestimento che ha riportato in vita l'estetica voluta dalla progettista Lina Bo Bardi nel 1968, in cui i dipinti da Raffaello a Renoir sembrano fluttuare nel vuoto in un unico ampio spazio senza soluzione di continuità.
Sotto la direzione di Adriano Pedrosa il MASP sta anche portando avanti ambiziosi progetti di incorporazione di arte precolombiana, coloniale e contemporanea che entrano in dialogo e/o in contrasto con le tradizionali collezioni dei maestri europei. Su questi nuovi incontri, che vogliono essere stimolanti e talvolta controversi, e sulle diverse problematiche museologiche e d'identità culturale legate a queste scelte, Luciano Migliaccio aprirà un dibattito che si spera stimoli discussioni anche in contesto europeo. Luciano Migliaccio è professore di Storia dell'Arte del Rinascimento e del Barocco presso l'Universidade de São Paulo e curatore associato del Museu de Arte de São Paulo, che custodisce una tra le più importanti collezioni di arte europea nell'America Latina.

Luciano Migliaccio ha studiato presso la Scuola Normale di Pisa, per poi conseguire un dottorato all'Università degli Studi di Pisa, e ha coltivato principalmente due filoni di ricerca: un primo sulla scultura del Cinquecento tra l'Italia tirrenica e la Spagna e un secondo sulla produzione artistica in Brasile nel Sette e Ottocento, su cui ha pubblicato il catalogo della mostra "O Século XIX, Catálogo da Mostra do Redescobrimento" (São Paulo: Associação 500 Anos Artes Visuais, 2000) e il libro in italiano "Arte Brasiliana del secolo XIX" (Udine: Forum, 2007).
Go to Editor View