Una nuova idea di Italia. Il progetto stilistico dei Carracci e il suo contesto

Research Seminar

  • Evento online via Zoom
  • Date: Feb 11, 2021
  • Time: 11:00 - 13:00
  • Speaker: Silvia Ginzburg
  • Location: Online via zoom
  • Contact: rossi@biblhertz.it
Una nuova idea di Italia. Il progetto stilistico dei Carracci e il suo contesto<i></i>
La ricerca stilistica dei Carracci, già condannata come eclettismo, viene riletta nel rapporto con la storiografia artistica, la lingua, la geografia e con l’emergere di una nuova idea di Italia tra la Bologna degli Incamminati e la Roma di Clemente VIII Aldobrandini.

L’intento dei Carracci di accordare in un unico linguaggio diversi accenti stilistici riconducibili alle principali scuole pittoriche italiane del Cinquecento è stato a lungo giudicato negativamente, come eclettismo, mentre oggi possiamo riconoscervi uno strumento della battaglia antimanierista, non meno importante del recupero del vero.

L’interesse per la combinazione delle specificità locali in un orizzonte unitario si manifesta a Bologna nell’Accademia degli Incamminati anche sul fronte della storiografia artistica, della lingua, della geografia, e trova poi rispondenze nella cerchia romana dei nipoti del papa Clemente VIII, Pietro Aldobrandini e Cinzio Passeri Aldobrandini, dove matura in chiave antiprotestante il progetto di una unità politica e culturale dell’Italia sotto le insegne della Chiesa.


Silvia Ginzburg è professore ordinario di Storia dell’arte moderna presso l’Università di Roma Tre. Tra i temi di suo maggiore interesse: il lascito della filologia nella storia dell’arte del Cinquecento; genesi, interpretazione, fortuna delle Vite di Vasari; lo sviluppo stilistico di Raffaello; il ruolo di Perino del Vaga nella storia della Maniera; Giovanni Battista Agucchi e il suo contesto; Annibale Carracci a Roma; Nicolas Poussin e la sua ricezione in Francia; la storia dell’arte del XVI e del XVII secolo nel Novecento.

L'evento potrà essere seguito via Zoom, seguendo questo LINK.
Passcode: BH

Organizzazione scientifica: Valentina Balzarotti

Go to Editor View