Memorie del fascismo nell'arte contemporanea a Roma: Fabio Mauri e Giosetta Fioroni intorno al 1970

  • Datum: 23.05.2018
  • Uhrzeit: 13:00
  • Vortragende: Laura Iamurri
  • Ort: Villino Stroganoff, Via Gregoriana 22, 00187 Rom
  • Gastgeber: Bibliotheca Hertziana - Max-Planck-Institut für Kunstgeschichte
  • Kontakt: paulinyi@biblhertz.it
Memorie del fascismo nell'arte contemporanea a Roma: Fabio Mauri e Giosetta Fioroni intorno al 1970
La memoria del regime fascista non è mai scomparsa dall'orizzonte delle arti contemporanee. Temi e figure del Ventennio costellano l'opera di artiste e artisti con modalità, frequenza e intensità diverse. Il seminario focalizza l'attenzione sull'opera di Giosetta Fioroni (1932) e Fabio Mauri (1926-2009), entrambi - con un breve scarto di anni - cresciuti negli anni del fascismo e attivi nel dopoguerra.

Research Seminar organizzato da Carmen Belmonte.

Laura Iamurri, PhD, insegna Storia dell'arte contemporanea all'Università Roma Tre. I suoi interessi di ricerca vertono attualmente sulle connessioni tra artisti, critici, periodici, gallerie e musei nel XX secolo, soprattutto in Italia e in relazione al contesto politico, con particolare attenzione al femminismo e alla memoria del fascismo e della Shoah. Tra le sue ultime pubblicazioni la monografia "Un margine che sfugge. Carla Lonzi e l'arte in Italia, 1955-1970", Quodlibet, Macerata 2016.
Zur Redakteursansicht