Pubblicazioni del progetto di ricerca Roma communis patria

Libri e raccolte di saggi

Constructing Nationhood in Early Modern Rome, a cura di Susanne Kubersky-Piredda e Tobias Daniels, Special Issue RIHA Journal, 0237–0243 (2020).
  • Susanne Kubersky-Piredda e Tobias Daniels, "Foreign Communities, Collective Identities, and the Arts in Early Modern Rome", RIHA Journal 0237.
  • Andrea Bacciolo, "‘Belonging of right to our English nation’. The Oratory of Domine Quo Vadis, Reginald Pole, and the English Hospice in Rome", RIHA Journal 0238.
  • Giuseppe Bonaccorso, "La chiesa dei Ss. Faustino e Giovita dei Bresciani a Roma. La storia dell’area del palazzo dei Tribunali tra contese e progetti: da Bramante a Carlo Fontana", RIHA Journal 0239.
  • Camilla S. Fiore, "Il caso di Sant'Atanasio dei Greci a Roma tra universalismo riformato e liturgia greca", RIHA Journal 0240.
  • Pablo González Tornel, "National Religiosity and Visual Propaganda: the Spanish Church of the Saints Ildephonsus and Thomas of Villanova in Rome", RIHA Journal 0241.
  • Jasenka Gudelj, "San Girolamo degli Schiavoni (also: degli Illirici/ dei Croati) in Roma communis patria. Constructing National Identity Through Papal Interventions", RIHA Journal 0242.
  • Giulia Iseppi, "Il volto di Bologna. Immagini, tradizioni e luoghi di una nazione a Roma", RIHA Journal 0243.
Susanne Kubersky-Piredda e Tobias Daniels, Santa Maria dell’Anima, Ruswil 2020 (edizione tedesca e italiana).

Il Collegio di Sant'Isidoro: laboratorio artistic e crocevia d'idee nella Roma del Seicento, a cura di Susanne Kubersky-Piredda, Campisano Editore, Roma 2019.
  • Susanne Kubersky-Piredda, "Rapporti tra arte e identità collettive nel Collegio di Sant'Isidoro", pp. 9–22.
  • Matteo Binasco, "Gli 'Ibernesi' e l'Urbe fra la seconda metà del Cinquecento ed i primi decenni del Seicento: un rapporto difficile", pp. 23–32.
  • Mícheál Mac Craith OFM, "National Identity and Universal Theology: Aspects of the History and Art of St. Isidore's", pp. 33–56.
  • Donatella Bellardini e Claudia Costacurta, "I luoghi del sapere. Genesi della biblioteca e dell'archivio del Collegio di Sant'Isidoro", pp. 57–76.
  • Elisabeth Oy-Marra, "Giovan Pietro Bellori, Carlo Maratti, Gian Lorenzo Bernini and St. Isidore's: Localizing a Friendship", pp. 77–96.
  • Alina Aggujaro, "Tra decoro e magnificenza. Sulla fabbrica del Collegio di Sant'Isidoro degli Irlandesi", pp. 97–128
  • Andrea Bacciolo, "L'Apparizione della Vergine dell'Almudena a Sant'Isidoro Agricola: l'invenzione di Andrea Sacchi e la causa immacolista", pp. 129–142.
  • Stefan Albl, "Carlo Marattis Werke für Sant'Isidoro im künstlerischen und kulturellen Kontext ihrer Zeit", pp. 143–176.
  • Giulia Spoltore, "Possibili modelli algardiani nella cappella Ludovisi di Carlo Maratt", pp. 175–194.
  • Silvia Mattina, "Gian Domenico Cerrini e la cappella di Sant'Antonio", pp. 195–206. 
  • Andrea Spiriti, "Francescani, scotisti, immacolisti, irlandesi: l'Aula Maxima del collegio isidoriano come strategia iconografica", pp. 207–228.
  • Antonella Filiani, "Il restauro degli affreschi di Emanuele da Como nell'Aula Maxima del Collegio di Sant'Isidoro a Roma", pp. 229–245.
Roma communis patria. Comunità straniere nella Roma di Gregorio XIII, a cura di Susanne Kubersky Piredda, Römisches Jahrbuch der Bibliotheca Hertziana, 42 (2015/2016) [2018], pp. 383–481.
  • Susanne Kubersky-Piredda, "Roma communis patria. Comunità straniere nella Roma di Gregorio XIII", pp. 383–386.
  • Camilla S. Fiore, "Gregorio XIII e i greci di S. Atanasio a Roma tra fine Cinque e inizio Seicento", pp. 387–436.
  • Giulia Iseppi, "Costruire l'identità fra chiesa e nazione. Il caso dei Bolognesi a Roma (XVI–XVII secolo)", pp. 437–481.
Identità e rappresentazione. Le chiese nazionali a Roma, 1450-1650, a cura di Alexander Koller e Susanne Kubersky-Piredda, Campisano Editore, Roma 2016.
  • Alexander Koller e Susanne Kubersky-Piredda, "Introduzione" pp. 7–15.
  • Susanne Kubersky-Piredda, "Chiese nazionali fra rappresentanza politica e riforma cattolica: Spagna, Francia e Impero a fine Cinquecento", pp. 17–64.
  • Silvia Canalda i Llobet, "L'iconografia della Santa Immagine di Santa Maria in Monserrato a Roma: un aspetto dell’identità catalana e castigliana tra il XVI e il XVII secolo", pp. 65–92.
  • James Nelson Novoa, "Roman Exile and Iberian Identity: António da Fonseca between Churches and Identities in Sixteenth-Century Roma", pp. 93–111.
  • Sebastiano Roberto, "L'eloquenza dell'architettura: affermazione politica e pratica religiosa nella chiesa di San Luigi dei Francesi tra '500 e '600", pp. 113–137.
  • Regine Schallert, "Alcune considerazioni sull'iconografia della facciata di San Luigi dei Francesi, ovvero: la 'regia' di Caterina de' Medici", pp. 139–154.
  • Elena C. Napolitano, "The Lily and the Lion: Caterina de' Medici and the Architecture of Diplomacy at San Luigi dei Francesi", pp. 155–177.
  • Tobias Daniels, "Von landsmannschaftlicher Repräsentation zu konfessioneller Propaganda: Die Benno-Kapelle in Santa Maria dell’Anima", pp. 179–210.
  • Andreas Rehberg, "Le comunità 'nazionali' e le loro chiese nella documentazione dei notai stranieri (1507-1527)" , pp. 211–231.
  • Michela Berti e Emilie Corswarem, "Il modello musicale delle chiese nazionali a Roma in epoca barocca: panoramica e nuove prospettive di ricerca", pp. 233–247.
  • Adriano Amendola, "La formazione dell’identità nazionale polacca nella Roma della Controriforma", pp. 249–270.
  • Andrea Bacciolo, "Identità e autorità nel Ciclo dei Martiri del Collegio Inglese di Roma", pp. 271–295.
  • Jasenka Gudelj, "La chiesa di San Girolamo a Ripetta: gli Schiavoni e il cantiere sistino", pp. 297–325.
  • Maurizia Cicconi, "Costruire l'identità: la fabbrica di San Giovanni dei Fiorentini tra il 1508 e gli anni del pontificato di Leone X", pp. 327–355. 
  • Jasmin Mersmann, "Una galleria dell’arte fiorentina: la cappella Mancini in San Giovanni dei Fiorentini a Roma", pp. 357–383.
  • Benedetta Gianfranchi, "L'esprimentata pietà' di Agostino Chigi: la chiesa cinquecentesca di Santa Caterina da Siena", pp. 385–396.
  • Anna Esposito, "La comunità dei Lombardi a Roma e le sue istituzioni (secc. XV-XVI)" , pp. 397–406.
  • Anna Bortolozzi, "Santi Ambrogio e Carlo al Corso: una chiesa lombarda per un santo lombardo a Roma", pp. 407–428.
  • Andrea Spiriti, "La reinvenzione seicentesca della chiesa nazionale lombarda dei Santi Ambrogio e Carlo al Corso: architettura e arte come strumenti politici", pp. 429–446.
  • Daniele Pascale, Maurizio Ricci e Augusto Roca De Amicis, "Ottaviano Mascarino e le chiese nazionali dei Bolognesi e Napoletani in Roma", pp. 447–471.
  • Micaela Antonucci, "I luoghi della 'nazione' bolognese a Roma e la chiesa dei Santi Giovanni Evangelista e Petronio", pp. 473–493.
  • Paolo Cozzo, "Il Santo Sudario dei Piemontesi: la chiesa di una 'nazione' plurale", pp. 495–510.

Articoli

Andrea Bacciolo, "The Diplomacy of Taste: Maratti, Contini, Bellori, and a Banquet Hosted by Carlo Barberini for the Ambassador of King James II", Storia dell'arte 142, 2015, pp. 85–104.

Maurizia Cicconi, "E il papa cambiò strada. Giulio II e Roma. Un nuovo documento sulla fondazione di via Giulia", Römisches Jahrbuch der Bibliotheca Hertziana, 41 (2013/14) [2017], pp. 227–259.

Tobias Daniels, "La chiesa di Santa Maria dell'Anima tra Papato e Impero (secoli XV–XVII)", in Chiese e nationes a Roma sotto il potere temporale die papi: dalla Scandinavia ai Balcani (secoli XV-XVIII), a cura di Antal Molnár, Roma 2017, pp. 77–96.

Tobias Daniels, "Nationale Bruderschaften in Rom (14. –17. Jahrhundert)", in Bruderschaften als multifunktionale Dienstleister der Frühen Neuzeit in Zentraleuropa, a cura di Martin Scheutz, Elisabeth Lobenwein e Alfred Stefan Weiss, Vienna 2018, pp. 339–355.

Tobias Daniels, "Ein sächsischer Heiliger für Rom: Die Benno-Kapelle in Santa Maria dell'Anima in Rom", in Ein Schatz nicht von Gold – Benno von Meißen (catalogo mostra Meißen), a cura di Claudia Kunde e André Thieme, Petersberg 2017, pp. 440–447.

Jasenka Gudelj, "Architettura e diplomazia tra Roma e Dubrovnik. San Girolamo dei Croati e la cattedrale di Dubrovnik nel secondo Seicento", Römisches Jahrbuch der Bibliotheca Hertziana, 40 (2012/1213) [2016], pp. 185–239.

Jasenka Gudelj, "The Hospital and Church of the Schiavoni: Illyrian Confraternity in Early Modern Rome", Confraternitas 27, 1–2 (2016), pp. 5–29.

Giulia Iseppi, "L'archivio storico dell'Arciconfraternita", in La chiesa dei Bolognesi a Roma. Santi Giovanni Evangelista e Petronio, a cura di Francesco Buranelli e Fabrizio Capanni, Roma 2017, pp. 115–120.

Giulia Iseppi, "Testimonianze di un culto bolognese: la 'Madonna di San Luca'", in La chiesa dei Bolognesi a Roma. Santi Giovanni Evangelista e Petronio, a cura di Francesco Buranelli e Fabrizio Capanni, Roma 2017, pp. 97–106.

Elena C. Napolitano, "Erasing Papal Presence: the Minims and the Marking of French Territory on the Pincio, 1662-1670", in La chiesa e il convento della Trinità dei Monti, a cura di Colette Di Matteo e Sebastiano Roberto, Roma 2016, pp. 44–48.

Go to Editor View