Interessi di ricerca

  • Spazi per la musica e teatri XV–XVIII secolo
  • Architettura veneta e vicentina
  • Pellegrino Prisciani e la cultura ferrarese
  • Digital Humanities for manuscripts transcription and annotation

Pubblicazioni (Selezione)

  • "Un manoscritto ferrarese a Venezia: la copia dell'Orthopasca di Pellegrino Prisciani alla Biblioteca Nazionale Marciana", Codices Manuscripti & Impressi 116/117 (2019), pp. 49–64.
  • Pellegrino Prisciani e il Vitruvio Ferrarese. La teoria dell'architettura a Ferrara al tempo di Biagio Rossetti, (atti del convegno Ferrara 2016), a cura di Alessandro Ippoliti, Roma 2018, pp. 287–298.
  • "Architetture dell'eco. Vincenzo Scamozzi e Athanasius Kircher alle origini della scienza acustica", La Rivista di Engramma, 154, marzo 2018. URL: http://www.engramma.it/eOS/index.php?id_articolo=3368 (accesso 11.09.2019)
  • "Giuseppe Marchi e la cartiera tiepolo di Oliero", Studi Veneziani LXXV (2017), pp. 179–194.
  • Pellegrino Prisciani. Spectacula, edizione critica a cura di Elisa Bastianello, Rimini 2015 (Engramma 3).

Pubblicazioni (OPAC-Ricerca)

Curriculum vitae

Elisa Bastianello ha studiato Storia e conservazione dei beni architettonici e ambientali all’Università Iuav di Venezia, dove ha completato anche il dottorato in Storia dell’architettura e dell’urbanistica. Nel 2007 ha conseguito il diploma di Archivistica e Paleografia presso l’Archivio di Stato di Venezia. Tra il 2013 e il 2016 ha fatto parte del gruppo di ricerca che ha realizzato la mostra per il Cinquecentenario del Ghetto di Venezia. Dal 2006 ha collaborato con la Rivista di Engramma e il Centro Studi ClassicA Iuav nel duplice ruolo di redattore e webmaster. Nel 2017 e nel 2018 ha avuto due assegni di ricerca presso lo Iuav, uno per lo studio di teatri e feste nelle corti italiane e uno per lo sviluppo della piattaforma semantica della corrispondenza di Jacob Burckhardt. Le sue ricerche uniscono gli interessi per la storia dell’architettura, gli spazi per la musica, e lo studio dei manoscritti con le nuove tecnologie digitali. Dal 2019 è Digital Publications Manager della Bibliotheca Hertziana.

Go to Editor View