Lasciti e donazioni

<p>Schenkung Marcello Aldega</p>
<p> </p>
Il mercante d'arte Marcello Aldega fu attivo tra Roma e New York. Nel 2008, assieme a Maria Gioia Ottaviani istituì, ad Amelia, la Fondazione Aldega, con lo scopo di diffondere e sostenere lo studio dell'arte e della storia dell'arte. altro
<p>Schenkung Hans Belting</p>
Lo storico dell'arte Hans Belting conseguì il proprio dottorato di ricerca a Magonza. Dal 1966 insegnò presso le università di Amburgo ed Heidelberg e, dal 1980, di Monaco di Baviera, Harvard, Columbia e presso il Collège de France. altro
<p>Schenkung Chiara Briganti</p>
Chiara Briganti è storica d'arte e architetta di interni. Dal 1956 al 1962 è stata consulente per il riallestimento e il restauro dei beni artistici e delle collezioni del Palazzo del Quirinale e delle altre residenze presidenziali. altro
<p>Archiv D'Onofrio</p>
Cesare D'Onofrio (1921–2003) è stato fotografo e autore di testi storico-artistici e di storia locale èditi, nei decenni, dalla sua casa editrice "Romana Società Editrice" e posti in vendita, accanto a cartoline e poster, nel suo piccolo negozio sito in via di Sant'Ignazio. altro
<p>Nachlass Philipp Fehl/Schenkung Kress Foundation</p>
Nel 1938, lo storico dell'arte austriaco Philipp P. Fehl (1920–2000), fuggendo attraverso Praga e l'Inghilterra, raggiunse gli Stati Uniti d'America. Fehl, che era anche un esperto pittore e disegnatore, insegnò storia dell'arte presso le università di Kansas City, Nebraska, North Caroline e per vent'anni, fino alla sua nomina di professore emerito nel 1990, presso l'università di Illinois (Urbana Champaign). altro
<p>Schenkung Jutta und Walter Gernsheim</p>
Lo storico dell'arte Walter Gernsheim (1909–2006) concluse nel 1934 il suo studio presso l'università di Monaco di Baviera, discutendo la sua tesi di dottorato sulla miniatura di Reichenau. Nello stesso anno egli emigrò in Inghilterra assieme al fratello minore Helmut Gernsheim (1913–1995), fotografo e, successivamente, storico e collezionista di fotografie. altro
<p>Schenkung Werner Gramberg</p>
Werner Gramberg (1896–1985) fu borsista della Bibliotheca Hertziana dal 1932 al 1933. Dal 1949 rivestì l'incarico di conservatore del gabinetto di medaglie della Hamburger Kunsthalle e, dal 1951 al 1960, di direttore del reparto di scultura e vicedirettore del medesimo istituto. altro
<p>Nachlass Hanno Hahn</p>
Hanno Hahn (1922–1960), figlio del chimico Otto Hahn, studiò scienze teatrali e storia dell'arte a Tubinga e Francoforte sul Meno. Dopo aver riservato, in un primo momento, il suo interesse storico-artistico all'architettura tedesca, nel 1949 Hahn trascorse un anno di studio presso la Scuola Normale Superiore di Pisa, iniziando le ricerche sull'architettura medievale italiana. altro
<p>Schenkung aus dem Nachlass von Arthur Haseloff</p>
Lo storico dell'arte Arthur Haseloff (1872–1955) discusse, nel 1896, la tesi di dottorato a Monaco di Baviera con Adolph Goldschmidt conseguendo, nel 1910, l'abilitazione alla docenza a Berlino. Tra il 1904 e il 1915, su incarico del Preußisches Historisches Institut di Roma intraprese, assieme al suo assistente dell'epoca, Martin Wackernagel, numerosi viaggi di ricerca sull'architettura degli Hohenstaufen in Italia. altro
<p>Nachlass Richard Krautheimer</p>
Richard Krautheimer (1897–1994) studiò, negli anni Venti, dapprima giurisprudenza poi storia dell'arte presso le università di Monaco di Baviera, Berlino, Marburgo e Halle sotto la docenza, tra gli altri, di Heinrich Wölfflin, Adolf Goldschmidt e Paul Frankl. altro
<p>Nachlass Hanno-Walter Kruft</p>
Lo storico dell'arte Hanno-Walter Kruft (1938–1993) studiò a Bonn, discutendo la tesi di dottorato su Altichiero e Avanzo, nel 1964, con Herbert von Einem. Dopo la sua abilitazione insegnò, a partire dal 1972, inizialmente alla TU di Darmstadt e, poi, dal 1985, presso l'università di Amburgo. altro
Go to Editor View