Lasciti e donazioni

<p>Schenkung Carl Lamb</p>
Lo storico d'arte, fotografo e film-maker Carl Lamb (1905–1968) studiò presso le università di Berlino e Monaco di Baviera. Nel 1935 discusse, con Wilhelm Pinder, la tesi di dottorato dal titolo Zur Entwicklung der malerischen Architektur in Südbayern in der ersten Hälfte des achtzehnten Jahrhunderts. altro
<p>Schenkung Otto Lehmann-Brockhaus</p>
Otto Lehmann-Brockhaus (1909–1999) studiò, dal 1928 al 1934, storia dell'arte, filosofia e storia presso le università di Marburgo, Innsbruck, Rostock e Gottinga. Qui concluse il suo dottorato di ricerca nel 1934 con il Conte Georg Vitzthum. Dopo gli anni di ricerca alla Bibliotheca Hertziana (1937–1945), dal 1948 fu direttore della Biblioteca del Zentralinstitut für Kunstgeschichte a Monaco a Baviera insegnando, più tardi, anche presso l'università della medesima città. altro
<p>Nachlass Wolfgang Lotz</p>
Wolfgang Lotz (1912–1981) discusse la sua tesi di dottorato sull'opera di Jacopo Vignola con Ludwig Heydenreich ad Amburgo nel 1937. A partire dallo stesso anno fu a Firenze, presso il Kunsthistorisches Institut dapprima come borsista, poi come assistente. Nel 1942 fu chiamato a prestare servizio militare e nel 1945 fu fatto prigioniero americano assumendo, poi, un incarico per la International Commission for Monuments a Monaco di Baviera. altro
<p>Nachlass Barbara Malter</p>
Barbara Malter è stata una fotografa di libera professione che ha collaborato, prevalentemente, con i musei comunali di Roma (Musei Capitolini, Museo Napoleonico) e istituti di ricerca come la Bibliotheca Hertziana. altro
<p>Archiv Negri-Arnoldi</p>
Lo storico dell'arte italiano Francesco Negri-Arnoldi (1932–2018) è stato dapprima attivo per il Ministero dei Beni Culturali di Palermo (1968–1972), successivamente per l'ICCD a Roma (1972–1980). In seguito ha insegnato, in qualità di professore ordinario, presso le università di Lecce e Viterbo e, dal 1997 fino alla sua nomina a professore emerito nel 2008, presso l'università romana di Tor Vergata. altro
<p>Nachlass Günter Neumann</p>
Günter Neumann (1912–1941) studiò tra il 1931 e il 1934 presso le università di Berlino, Francoforte sul Meno e Monaco di Baviera, dove concluse il suo dottorato di ricerca presso Hans Jantzen con una tesi sul monastero benedettino di Neresheim. Subito dopo divenne assistente alla Technische Hochschule di Aquisgrana. altro
<p>Archiv Oscar Savio</p>
Il fotografo romano Oscar Savio (1912–2005) ha iniziato il suo percorso fotografico negli anni Cinquanta, come assistente del fotografo Adolfo Porry Pastore. Si è specializzato nella documentazione dell'arte e dell'architettura, in particolar modo romana. Successivamente, il suo interesse si è rivolto all'architettura moderna. altro
<p>Nachlass Hans Werner Schmidt</p>
Lo storico dell'arte Hans Werner Schmidt (1904–1991) concluse il suo dottorato di ricerca sulla pittura di paesaggio di Salvator Rosa presso l'università di Halle-Wittenberg. Nel 1928 fu attivo presso la Bibliotheca Hertziana, successivamente a Lipsia e, infine, a Berlino (Graphische Sammlung) in qualità di assistente di istituto. altro
<p>Schenkung Eberhard Schroeter</p>
La donazione, confluita nel 2002 nella collezione della Fototeca, comprende fotografie in bianco e nero e negativi che lo storico dell'arte Eberhard Schroeter aveva realizzato per la sua inedita tesi di dottorato dal titolo Zur Problematik der offiziellen italienischen Architektur zwischen 1922 und 1943. altro
<p>Nachlass Heinrich Mathias Schwarz</p>
Heinrich Mathias Schwarz (1911–1957) studiò storia dell'arte presso l'università di Bonn discutendo, nel 1936, con Paul Clemen, la tesi di dottorato sull'architettura ecclesiastica del tardo-gotico nell'area di Kleve. Nello stesso anno, si trasferì a Roma dove fu attivo, inizialmente come borsista della Kaiser-Wilhelm-Gesellschaft e, poi, tra il 1938 e il 1943, come assistente della Bibliotheca Hertziana. altro
<p>Schenkung Ursula Wachtel</p>
Dopo la Seconda Guerra Mondiale, Ursula Wachtel ha studiato farmacia e chimica a Berlino, concludendovi i suoi studi di dottorato nel 1954. In seguito, è stata responsabile di reparto e, dal 1980, procuratore generale in imprese multinazionali. altro
Go to Editor View